natale pomezia 2018

Settimana d’addio a Pomezia [2]

Luci di Natale e rifiuti. Questa è setata la settimana che ci ha portati dritti verso l’apertura ufficiale delle festività natalizie, con l’accensione dell’albero in piazza Indipendenza a Pomezia e delle meravigliose luci sulla torre e gli edifici adiacenti, ma è stata anche, e soprattutto, la settimana dei rifiuti, sotto ogni aspetto. 

Ad aprire l’argomento, la notizia della rimozione delle macchinette mangia-bottiglie. Il Comune infatti ha fatto sapere – per voce dell’Assessore alla Raccolta differenziata, Stefano Ielmini – che rappresentano una spesa troppo alta per l’amministrazione e quindi al termine dell’appalto pluriennale con la ditta Formula Ambiente (2021), verranno rimosse. Fiore all’occhiello della passata gestione, pubblicizate in grande stile da Fucci e Lorenzo Sbizzera, per il momento non avranno futuro tra le nostre strade, in attesa di una formula più conveniente e fruibile per i cittadini.

Se nel centro urbano però il servizio di raccolta differenziata porta a porta gode di buona salute, in altre zone del territorio comunale siamo in piena emergenza rifiuti. È il caso degli abitanti di Santa Palomba: in questi giorni centinaia di famiglie sono ritornate in stato di agitazione, visti gli scarichi incontrollati vicino le proprie abitazioni. La questione, in realtà, comprende non solo il Comune di Pomezia ma anche quello di Roma, Albano ed Ardea: in mezzo ci sono però i cittadini che denunciano uno stato d’abbandono che va avanti da diverse settimane.

Sempre sul tema ambiente, il 4 dicembre si è tenuta l’udienza per il processo Eco X. L’unico imputato, Antonio Buongiovanni, ha avanzato la proposta di patteggiamento, con l’obbiettivo di rendere più veloce l’iter giudizirio e di vedersi ridurre la pena inflitta. All’udienza tanti gli assenti illustri, come il Ministero dell’Ambiente, la Regione Lazio e Roma Capitale, soggetti indicati dal pubblico ministero come parti offese. Presente il Comune di Pomezia, con l’ormai famoso avvocato Luigi Leoncilli. L’udienza è stata rinviata, il rischio è che tutto si sgonfi con un nulla di fatto, vista la poca attenzione mediatica che sta avendo l’argomento e soprattutto l’assenza delle istituzioni. 

Questa è stata anche la settimana del pericolo terremoto. Nella giornata del 4 dicembre in gran parte del territorio si avvertita una forte scossa che ha fatto presagire il peggio. In realtà la scossa avvertita non era altro che l’effetto di un jet a bassa quota che ha superato il muro del suono, provocando solo un grande spavento.

Infine sabato 8 dicembre il Sindaco ha ufficialmente aperto le festività natalizie, accendendo il tradizionale albero di Natale e inaugurando le luminarie in piazza. Presente all’evento un numero importante di cittadini, “Festeggeremo il Natale trasmettendo il calore della luce – dichiara il Sindaco Adriano Zuccalà – Rafforziamo la tradizione con una serie di eventi a tema natalizio. Concerti, spettacoli per bambini, mercatini, rappresentazioni teatrali ed il concerto di Natale nella Chiesa di S. Benedetto a Pomezia faranno da cornice al caratteristico clima natalizio. Vogliamo accendere di bellezza, energia e calore il Natale dei cittadini, con la speranza di rendere queste feste sempre più emozionanti.”