Settimana prenatalizia ricca di notizie ad Ardea

Settimana d’addio ad Ardea, parte 4.

Per la gioia di grandi e piccini lo spirito natalizio è finalmente arrivato.
Sperando che il Natale e il nuovo anno portino un po’ di fortuna al territorio di Ardea e ai suoi cittadini, vediamo cosa è successo in questa settimana ricca di news.

Lunedì 17 Dicembre si è parlato di un aumento nella bolletta dell’acqua. Il comune rutulo è sotto la gestione di Idrica spa per quanto riguarda l’acqua potabile, ma fa comunque parte dell’ATO2, l’area territoriale ottimale che comprende anche il Comune di Roma e quello di Pomezia, entrambi serviti da ACEA. Il Sindaco Savarese ha votato, proprio in sede di ATO2, il nuovo piano tariffario ACEA ma non ha mancato di esprimere qualche dubbio: bisogna cercare di aiutare chi consuma meno ed evitare le penalizzazioni. Vedremo nel corso del tempo come si evolverà la situazione.

Martedì una bellissima notizia: è stato infatti inaugurato il nuovo ospedale dei Castelli Romani.
Con una grande festa, è stato celebrato il taglio del nastro dopo che la costruzione era stata approvata ben 8 anni fa e iniziata nel 2013. Accanto al Presidente della Regione Lazio Zingaretti e al Vescovo Marcello Semeraro, erano presenti anche i Sindaci Zuccalà e Savarese. La struttura non coprirà solo la zona Castelli Romani ma anche altre città limitrofe come Aprilia.

Sempre nella giornata di martedì, come vi avevamo accennato nelle settimane precedenti, si è tornati a parlare di Manlio Cerroni e di Pontina Ambiente. La società infatti sta ancora cercando di riscuotere grosse cifre di denaro da 10 comuni ex utenti della discarica di Roncigliano. Il sito al momento non è in funzione, anche se continua a generare forti odori che non lasciano respirare gli abitanti della zona (peraltro anche piuttosto vicina al nuovo ospedale dei Castelli Romani!). Tre comuni, tra cui Pomezia, non vogliono pagare gli importi perché sostengono di essere stati truffati dalla società: bisognerà attendere la fine del processo.

Il Comune di Ardea e l’Igiene Urbana continuano a non essere in buonissimi rapporti.
La ditta di raccolta rifiuti ha presentato un decreto ingiuntivo per via dei mancati pagamenti da parte dell’ente per il servizio svolto. Parliamo di quei canoni di cui vi abbiamo raccontato poche settimane fa, che il Comune non ha versato alla società, anche se la situazione sembrava si stesse per risolvere. La cifra è di 4milioni di euro circa ma Ardea versa ancora in situazione di dissesto finanziario e si opporrà al decreto.

Mercoledì c’è stata la seconda edizione dell’Ecoforum di Legambiente Lazio. A Roma sono stati premiati i comuni che hanno raggiunto percentuali più elevate di raccolta differenziata, superando il 65%. Al primo posto nel Lazio c’è Castelnuovo di Porto con l’82,3% e Fiumicino con il 69% è quello più popoloso. Pomezia è arrivata al 64% ed è sicuramente cresciuta negli anni sotto questo punto di vista, Ardea invece è lontanissima dal podio con un 38% circa.

Giovedì altre grane per il Comune di Ardea: il 20 dicembre è partito il conto alla rovescia per scongiurare la possibilità di perdere tasse ancora non pagate dai cittadini. Si parla di oltre due milioni di euro che rischiano di andare in prescrizione e quindi saranno persi. Gli accertamenti sono partiti e chissà se il Comune riuscirà nell’impresa di riavere questa somma di denaro. Una cifra del genere sarebbe una boccata d’ossigeno, date le precarie condizioni economiche in cui versa l’ente. Tra le tasse evase vi è in primo luogo quella sui rifiuti, ma anche Imu, TOSAP (Tassa Occupazione di Spazi e Aree Pubbliche) e altre imposte minori.

Nella giornata di Giovedì è rimbalzata sui media locali una notizia “bomba”. Un improbabile concerto sulla spiaggia, del nuovo tour estivo di Jovanotti. Il cantante farà una serie di eventi lungo le coste italiane e fin qui niente di strano, se non fosse che si è parlato di Marina di Ardea come possibile location.Secondo l’indiscrezione, dopo l’annullamento della data di Ladispoli, l’agenzia del cantante cerca una nuova zona sul lungomare laziale. Il Comune fa sapere che non è stato contattatodallo staff dell’artista ma che prenderebbe in considerazione la proposta se dovesse arrivare realmente.

Venerdìsi è finalmente conclusa questa lunghissima settimana con un’altra notizia non proprio rosea. Secondo i dati dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (Aams) nel 2017 a Pomezia ogni cittadino ha speso ben 1600 euro in slot machine, lotterie e altri concorsi a premi. Ardea gioca meno d’azzardo, infatti ogni cittadino nel territorio ha speso 800 euro circa, nella città sono stati spesi circa 41 milioni di euro per vincerne “solo” 29 milioni.

Sabato mattina amara sorpresa per il bar Guida, che è stato derubato dalla ormai celebre banda del buco. I malviventi sono riusciti a sfondare il muro sul retro e ad entrare per poi prendere di mira le slot machine presenti nel locale. La refurtiva è stata di circa mille euroInfine, il Comune di Ardea – secondo Latina Oggi – starebbe per acquistare un software per gestire meglio la complicata situazione delle Salzare. Verrà creato un archivio informatizzato e tramite il Mercato elettronico della Pubblica amministrazione (Mepa) l’ente sborserà una cifra vicina ai 18mila euro. Il software sarà fornito dalla società Leganet e permetterà di lavorare alle pratiche che riguardano la vasta area delle Salzare.