La lettera dei dipendenti dell’Hotel Selene

In questi giorni, sui social e sui principali siti di informazione locale, sta circolando molto la notizia del fallimento dell’Hotel Selene di Pomezia.

Il Selene è una delle strutture ricettive “storiche” della Città, nata negli anni del boom industriale. Negli ultimi anni, dopo il crac del gruppo Di Mario che ne era divenuto proprietario, la struttura è entrata a far parte del gruppo iH, una società italo-cinese con sede a Milano, che si occupa di gestione alberghiera.

Nei mesi scorsi, durante il periodo di lockdown per il Covid19, la società che gestisce l’hotel (Hotel Selene Spa) ha prima messo in cassa integrazione i dipendenti e poi avviato le procedure fallimentari.

I lavoratori della struttura hanno creato un gruppo su Facebook, Riapriamo Hotel Selene!. Il gruppo nasce “con l’intento – si legge tra le info – di sensibilizzare la comunità di Pomezia sulla situazione di Hotel Selene, prima e storica struttura della zona che rischia l’abbandono e la fine lavorativa di tanti operai con il conseguente dissesto di tante famiglie”.

Questa mattina, i lavoratori hanno inviato una lettera ad alcune testate, che pubblichiamo integralmente:

Cari concittadini, siamo i lavoratori di Hotel Selene, siamo in grande difficoltà che oggi è la difficoltà di tante persone, di tante famiglie lo sappiamo, il nostro disagio non è diverso da quello di tanti di voi in termini economici, dal 14 Settembre noi e le nostre famiglie siamo sprovvisti di un qualsiasi sussidio. Per questo chiediamo il vostro supporto non economico ma morale che sia da impulso ulteriore per la nostra Amministrazione per attivare gli strumenti in suo possesso.
Hotel Selene serve la comunità da 50 anni, cerimonie, meeting, feste, banchetti, turismo ed ogni forma immaginabile di servizio ricettivo e ristorativo, è stato il nostro impegno, sempre a fianco della comunità di Pomezia.
Vogliamo sgombrare il campo da tanta informazione confusa e superficiale circa la situazione di Hotel Selene, noi non siamo falliti come attività, anzi , abbiamo sempre lavorato e fatturato in abbondanza, oggi con la pandemia, la società italo-cinese che ci gestiva ci ha abbandonati, lasciandoci così senza nulla per sopravvivere, lo stesso ha fatto il nostro management che ha lasciato i propri lavoratori e le loro famiglie in mezzo alle difficoltà privandoci di ogni informazione e sostegno.
Ci aiuta fortunatamente il Sindacato Cobas, con il responsabile Domenico Teramo che ci segue passo passo in questa triste vicenda
Abbiamo incontrato il Sindaco Zuccalà, poche settimane fa, e ci ha detto parole di conforto e promesso per quello che e’ nelle sue possibilità il sostegno dell’Amministrazione, ai voi cittadini ci rivolgiamo, si per spiegare la situazione altrimenti confusa ma anche chiediamo il sostegno morale perché Hotel Selene e Pomezia in questi 50 anni sono stati un binomio fortemente unito.
Iscrivetevi al nostro gruppo su Facebook “Riapriamo Hotel Selene!” dove troverete anche tante testimonianze sul nostro mezzo secolo di attività e informazioni aggiornate sulla sitazione che stiamo attraversando.
Hotel Selene può riprendere la sua attivita’ lentamente come tante altre realta’ produttive dello stesso settore, continuando ad alimentare la vita e l’economia di questa città.
Hotel Selene non deve diventare un nuovo ecomostro abbandonato sul territorio, noi lotteremo per dare un futuro alla struttura.
Un saluto da parte di tutti i lavoratori di Hotel Selene